Storia

L’attuale Fratellanza di Misericordia ha origine dalla fusione della “Fratellanza Artigiana” con la “Confraternita di Misericordia”.
Nata il 30 dicembre 1866, nell’allora popoloso paese di Acquaviva, la Fratellanza Artigiana si proponeva, in un contesto privo di assistenze sociali, quali l’attuale INAIL o altre, principalmente di tutelare economicamente quei lavoratori che, per infortunio o malattia, si vedevano privati della retribuzione. I soci avevano vari obblighi tra i quali quello del versamento mensile di una quota di iscrizione per l’assistenza economica, ma anche quello di soccorso morale e materiale domiciliare nonché quello del trasporto e della tumulazione dei defunti.
Nello stesso periodo, o quasi, svolgeva la sua “attività” nel Paese anche un’ altra Associazione, la “Confraternita di Misericordia”, con intenti quasi identici, forse più proiettati all’assistenza anche spirituale nonché alla carità cristiana. Con questi principi operarono fin quando, con l’assistenza statale le motivazioni, soprattutto economiche, vennero a mancare.
Fu allora, e precisamente l’ 11 febbraio 1964, che di comune accordo venne effettuata la fusione; la neonata associazione prese il nome di “FRATELLANZA di MISERICORDIA” mantenendo gli obiettivi delle precedenti con l’impegno dell’aiuto morale e materiale ai più bisognosi ed agli ammalati.
Questi sono i propositi nei mesi di maggio-giugno 2003 si è provveduto a rinnovare il tesseramento dei paesani, cercando nuove forme di aggregazione, nuovi obiettivi da raggiungere, nuovi servizi da offrire alla popolazione e, nella speranza di essere sempre più numerosi, di stimolare lo strumento del volontariato, che è alla base di tutta l’associazione.
Dal 2004 ad oggi l’Associazione ha fatto passi da gigante; attualmente riesce a coprire con i propri mezzi ed i propri volontari oltre 8000 richieste annue di trasporti.
Ma l’Associazione non si è limitata a fare un mero servizio di trasporto/assistenza andando oltre le aspettative “dell’utenza”.
L’operatività si svolge in una frazione del Comune di Montepulciano che ad una rilevazione del 2007 (le cose sono andate peggiorando) contava 2611 abitanti con 935 famiglie di cui: 163 con una persona e 232 con due persone (età media di queste 600 persone 70anni).